Family Reunion Program

Cari amici
il secondo giorno della conferenza nazionale di Legge Immigratoria dell’australia – (in Canberra) porta altri discorsi molto interessanti.
oggi si è parlato del “Family Reunion Program” ( cioè la parte del programma immigratoria dell’australia che a un focus su riunire famiglie).
Prima che vado avanti un po’ di statistiche che sono interessanti : fino circa 15 anni fa – i Family Reunion Visas – consistevano più del 60% del totale numero del programma immigratorio australiana. Il governo Howard – in torno la fine degli anni novanta ha incominciato a cambiare il focus del Migration programme puntando a un tipo di visa (visa stream) basato più su esigenze (“skills”). Per farvi capire bene, questi cambiamenti hanno visto che il “skills visa” rappresenta quasi 70% del totale
di 130,000 – e altri visti includendo “family reunion” visa streams rappresentano intorno il 30% (di questo totale).
L’intervento della Senatrice – Sera Hanson Young (Greens – spokesperson for Immigration) – ha puntato al’importanza del “family reunion” programme – un programma che oramai a diventato una parte minore del totale programma immigratorio australiano.
Il punto della Senatrice, è anche io sono molto d’accordo con questo, e’ che il Governo sottovaluta l’importanza – e il valore che questo tipo di visto – “Family Reunion” programma porta all’australia e soprattutto alle persone – “nuovi immigranti” – che vorrebbero portare i loro genitori qua in australia. Il Contributory visa per genitori che vogliono essere riuniti qua con i lori figli può costare fino a $120,000 – e la procedura per il non- contributory Visa (processing time) e’ adesso intorno al 25 anni .
I benefici che che “genitori” possono dare a nuovi immigranti, come ho detto, non si può sottovalutare, perché possono aiutare ad assistere con la famiglia (bambini), possono anche assistere una maniera finanziare – sociale – e danno un appoggio morale per il loro figli in un “periodo” che può essere anche molto difficile
in una nazione come australia.

“la ragione perché l’australia è una delle nazioni più preferite del mondo”

l’ultimo giorno della conferenza nazionale per immigrazione in canberra si è focalizzato sui positivi dell’Australia cioè, quelli aspetti commerciali, finanziari, e anche sociale – che in ‘totale’ rende australia una nazione nei “top” nel mondo – e una delle nazione piu richieste nell’ambito immigratorio nel mondo.
Questa fase finale – della conferenze si e concentrato su punti pragmatici – cioè – finanziari – commerciali- stabilità di governo e società, cose che fondamentalmente creano una forte base per qualsiasi società – e che importantamente, crea una base di prosperità. La Senatrice – Hon. Michaela Cash – Assistant Minister for Immigration and Border Protection, and Senior Economist – John Perters dal Commonwealth Bank of Australia – hanno fatto dei “interventi importante” (discorsi) in questa sezione finale della conferenza.

La zona Asia/Pacific è una “zona economica” (Asia/Pacific economic zone) che e’ da alcuni anni, la zona economica piu significante del mondo. Dato che il motore di questa zona e la Cina – e la Cina fra qualche anno o due, sarà l’economia più grande del mondo – si può dire senza esitazione, che questa “zona” sarà la più forte nel mondo per alcune generazioni.

l’economia è struttura governativa dell’australia rimane forte grazie in gran parte da cambiamenti struturali fatto specialmente sotto il Governo Hawke/Keating degli anni 80. Da quei tempi, i successivi governi, sia uno un po’ meglio dell’altro – hanno tutti fatto del bene per la nostra economia e societa’ Australiana. questo riflette che la “politica australiana” è molto stabile.
Questo si è evidenziato ultimamente durante il Global Financial Crisis (GFC): australia in quel periodo ha avuto una crescita non meno del 3% all’anno quando altre nazioni sia nell’Europa Asia e anche i Stati Uniti hanno avuto una grandissima recessione – di cui tanti non ne sono uscito ancora.
Questo si evidenzia anche con il fatto che tante delle nazioni di cui ho nominato hanno “de-flation”, (negative-growth) cioe’, dove i prezzi di proprietà (real estate) e altre cose continuano a perdere valore: la ricchezza della società e la ricchezza degli individui persone continua a diminuire. La maggior parte degli economisti del mondo considerano che un’inflazione intorno al 3% è utile per mantenere la crescita positiva di una nazione.

Come sappiamo l’economia italiana non ha avuto crescita del economia per più di 15 anni. E anche altre nazioni non hanno avuto una crescita economica per alcuni anni. Il risultato è che i governi in questi paesi – con poco reddito per mantenere i servizi per la società – continuano ad “alzare” e “creare (inventate) più tasse” – il risultato di cui “paralizza” l’economia. Questo lo vediamo in tanti paesi nell’europa includendo l’italia – e anche in Giappone.

E nonostante la paura che i Cinesi si stanno comprando l’australia – la realtà è che nel settore edile (Real Estate ) 97% della proprieta’ (case- etc) rimane attualmente nelle mani degli australiani. E Bassato su un rapporto fatto recentemente dal World Bank, Australia rimane una delle più facili nazione (easy to do business country) nazioni di fare commercio. Naturalmente questo e un gran’ positivo – per aziende che vogliono venire a fare business o di creare un business in Australia.

I discorsi oggi che sono stati presentati da vari ministri del governo e dall’opposizione è che l’australia è una nazione economicamente e socialmente forte – questo non significa che le cose si possono sempre migliorare – è specialmente nei rapporti che noi abbiamo con le nazioni molto più povere dell’australia.

Dal punto di visto di immigrazione – perché naturalmente i discorsi oggi erano puntati sempre sotto il tema di immigrazione sia adesso, è quello del futuro – tutti erano d’accordo che l’immigrazione è sempre stato un aspetto molto importante della nostra nazione (Australia): fuori dei nostri indigeni – l’australia è sempre stato e sarà sempre una nazione di immigranti – ed è per questa ragione che il programma immigratorio rimanera’ un programma cruciale per il futuro crescita di questa nazione.
Cordiali Saluti
Avv. Mark Quaglia